Danni da ricostruzione unghie

Posted by on mag 8, 2017 in postura e benessere | No Comments

danni da ricostruzione unghie equilibrio pilates imola

Una mano curata è senz’altro un biglietto da visita piacevole, che esprime molto di noi, anche perché le mani sono le parti del corpo che mostriamo di più. Ma a che punto siamo disposti a sacrificare la salute delle nostre unghie a vantaggio dell’estetica?

L’unghia (latino ungula, diminutivo di unguis, unghia) è una struttura semitrasparente con cui finisce l’estremità delle dita di molti animali. In genere si definisce tale quella dei tetrapodi, essere umano compreso. Ha lo scopo di facilitare la presa, contribuire alla stabilità strutturale delle dita, dare supporto e limitare l’usura delle estremità.
Il costituente principale è la cheratina suddivisa in più strati. L’unguis è la parte esterna e più dura, con fibre perpendicolari alla direzione di crescita. La parte sottostante è meno dura e a struttura lamellare.

Sempre più spesso oltre alla manicure, molte donne ricorrono alla ricostruzione delle unghie per ottenere un effetto estetico più uniforme e seducente della mano. Esistono principalmente due tipologie di ricostruzione: in acrilico e in gel, entrambe associate a supporti in fibra o silicone che permettono di decidere con precisione la forma, la misura e la lunghezza delle nuove unghie.

Attenzione però, i pericoli che pochi sottolineano sono soprattutto due: la limatura dell’unghia naturale, successivamente, l’asportazione della lamina di supporto usata per la ricostruzione. In entrambi i casi c’è il rischio che la nostra “preziosa” unghia venga abrasa e quindi si indebolisca. Le fessurazioni sulla superficie ungueale sono sempre un terreno fertile per i batteri, col rischio di causare un’infezione da funghi che potrebbe diventare recidiva.

Le mani sono belle perché tutte diverse e ognuna racconta una storia. Che gusto c’è nel raccontare una storia che non ci appartiene?
Siamo certi che siano così belle, più belle, le mani con le unghie ricostruite?

Curate le vostre mani e non dimenticate che ogni pezzo di noi è irreparabile e insostituibile.

POTREBBERO INTERESSARTI

Se vuoi, lascia un commento...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>