Come scegliere l’acqua in bottiglia

Posted by on Mar 16, 2016 in rimedi naturali | No Comments

come scegliere l'acqua in bottiglia equilibrio pilates imola

La volta scorsa vi abbiamo parlato di quanto sia importante la scelta della bottiglia e come questa possa influire sulle proprietà dell’acqua. Oggi invece vi illustriamo come scegliere l’acqua in bottiglia più indicata ai vostri gusti, bisogni e disturbi.

L’acqua è la bevanda “principe”, la più sana e migliore per la salute dell’organismo, capace di soddisfare la sete senza attentare alla linea. Si deve bere spesso e non aspettare di avere sete per poter rinnovare continuamente le perdite di liquidi che l’organismo subisce durante la giornata.

L’acqua minerale naturale in particolare, grazie al suo contenuto di minerali, aiuta a reintegrare e a fornire il corpo dei sali di cui ha bisogno.

Non tutte le acque minerali però sono uguali: ognuna ha caratteristiche specifiche che dipendono dal tipo di sali in essa disciolti. E’ quindi importante conoscere e saper leggere correttamente le etichette che riportano le caratteristiche di ciascun tipo di acqua.

RESIDUO FISSO: è la stima del contenuto dei sali minerali presenti nell’acqua e ne regolano l’equilibrio idrosalino, lo sviluppo degli organi e dei tessuti. Sulla base di questi valori si possono distinguere le seguenti acque:

MINERALIZZATE: sono indicate per chi ha la tendenza a sviluppare calcoli renali, a chi soffre di ipertensione e nell’alimentazione dei neonati. Sono ottime per la diuresi. Queste acque sono le più leggere, povere in sodio, e hanno sali minerali inferiori a 50 mg per litro.
OLIGOMINERALI: sono indicate per tutta la famiglia, da bere durante i pasti. Anche queste svolgono un’azione diuretica e contengono poco sodio. Il residuo fisso è inferiore a 500 mg per litro.
MINERALI: sono utilissime per chi pratica sport o da bere in estate quando si suda di più e si perdono sali minerali. Queste acque infatti hanno un residuo fisso compreso tra 500 e 1000 mg per litro. E’ preferibile non berne più di un litro al giorno, alternandole ad acqua oligominerale per non eccedere.
RICCHE DI SALI MINERALI: qui il residuo fisso è di oltre 1500 mg per litro e vanno bevute solo dietro consiglio medico, a scopo curativo specifico, in quanto molto ricche di minerali. Hanno un effetto diuretico inferiore e possono causare a lungo andare calcoli renali.

BICARBONATO: sostanza utile nel contrastare la formazione di acido lattico, quindi indicata nelle maggiori dosi, per gli sportivi. Se superiore a 600 mg è utile inoltre per attenuare l’iperacidità gastrica e nelle patologie renali.

SOLFATI: se superiore a 200 mg è lassativa, indicata per insufficienze digestive. Sconsigliata durante la crescita e nel periodo di menopausa perché interferisce con l’assorbimento del calcio.

CLORURO: se superiore a 200 mg è in grado di equilibrare le funzioni intestinali e del fegato. Ha inoltre azione lassativa e purgativa.

CALCIO: se superiore a 150 mg, agisce beneficamente a livello dello stomaco e del fegato. Particolarmente utile nella prevenzione dell’osteoporosi e ipertensione.

FLUORO: superiore a 1 mg è importante per rinforzare i denti e prevenire le carie.

FERRO: indicata per le persone che soffrono di anemie, carenze di ferro, per i vegetariani e per coloro che hanno bisogno di maggiori dosi come i lattanti, donne in gravidanza, sportivi e adolescenti.

SODIO: se superiore a 200 mg è importante per chi soffre di pressione bassa e per gli sportivi durante gli allenamenti. Controindicata per ipertensione e ritenzione idrica.

PH: indica il livello di acidità dell’acqua che va da 0 (massima acidità) a 14 (minima acidità). Un ph 7 indica una condizione di neutralità, che di solito hanno la maggior parte delle acque.

NITRATI: è un parametro molto importante soprattutto per neonati e bambini; se assunti in eccesso possono ostacolare il trasporto di ossigeno nel sangue. Verificare perciò che l’acqua che date ai bambini non abbia un valore superiore  ai 10 mg, mentre per gli adulti va bene fino ai 45 mg.

Avete visto quante varianti ci possono essere tra un tipo di acqua ed un altro. E’ quindi bene scegliere l’acqua in bottiglia in modo consapevole senza farsi condizionare dai soli messaggi pubblicitari, spesso troppo generici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *