L’acqua in bottiglia fa male?

Posted by on Feb 1, 2016 in rimedi naturali | No Comments

l'acqua in bottiglia fa male? equilibrio pilates imola

L’acqua è un bene prezioso e prezioso deve essere anche il suo contenitore. Quante volte al supermercato ci soffermiamo a vedere le caratteristiche dell’acqua tralasciando la bottiglia nella quale è contenuta?

Oggi vi chiariamo gli aspetti più importanti da valutare.

LE BOTTIGLIE DI PLASTICA

Siamo già tutti a conoscenza dei problemi ambientali causati dalla continua produzione e smaltimento della plastica. Le bottiglie comunemente utilizzate per l’acqua vengono prodotte con un composto chiamato PET (polietilene tereftalato). Secondo diversi studi questo polimero sarebbe in grado di trasmettere alcuni elementi all’acqua alterandone quindi le proprietà. In particolare possono disperdersi dal PET:

  • Antimonio: è un elemento tossico che in grandi quantità può provocare cancro e problemi respiratori. Tuttavia l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) assicura che vengano rispettatati i limiti imposti dalle autorità sanitarie, generalmente molto bassi.
  • Ftalati: possono provocare problemi endocrinologici se assunti in abbondanza.
  • Formaldeide e acetaldeide: in condizioni normali non sono contenute alte concentrazioni di questi due elementi. Ma bisogna fare attenzione a non esporre le bottiglie al sole, in questo modo favoriremo il passaggio dalla bottiglia all’acqua.

Vogliamo però rassicurarvi informandovi che le autorità sanitarie si occupano di garantire che la presenza di questi elementi nocivi nell’acqua rimanga molto ridotta.

ABITUDINI DA EVITARE

Se non vogliamo compromettere ulteriormente l’acqua che beviamo vi consigliamo di prestare attenzione a questi piccoli accorgimenti:

  • Evitare di esporre le bottiglie al sole: come già anticipato, quando la plastica vene esposta a fonti di calore vengono disperse nell’acqua la formaldeide e l’acetaldeide, che possono essere causa di indigestioni. Conservate sempre le bottiglie in un luogo fresco!
  • Evitare di riutilizzare le bottiglie: una volta svuotata buttarla subito nel contenitore della plastica. Questo perchè nella bottiglia vuota, possono aderire molti funghi e batteri che finiranno poi nell’acqua durante il successivo riempimento, facendoci così ammalare. Inoltre, col passare del tempo, il PET rilascerà più facilmente gli elementi nocivi nell’acqua.

UNA SCELTA DIFFERENTE

Vi abbiamo spiegato prima come le bottiglie in PET siano altamente controllate, tuttavia è meglio avere coscienza che una piccola parte di elementi sarà sempre presente in ciò che beviamo, pertanto occorre valutare anche alternative più ecologiche e più salutari alle comuni bottiglie di plastica:

  • Acqua del rubinetto: installate in casa vostra un filtro a osmosi inversa, eliminerà le concentrazioni eccessive di calcare e di altri elementi insalubri. Un sistema economico ed ecologico!
  • Caraffe filtranti: funzionano in maniera analoga al filtro per il rubinetto, depurando l’acqua ed i cattivi sapori. Niente più pesanti fardelli da muovere!
  • Bottiglie in vetro: se non volete investire in maniera significativa sul vostro impianto di casa o sull’acquisto della caraffa optate per le bottiglie di vetro. Nessun elemento nocivo verrà disperso nell’acqua e potrete berla in tutta la sua naturale bontà.

Ora che avete compreso l’importanza della bottiglia non vi rimane altro che imparare a scegliere l’acqua più adatta alle vostre esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *